• Luca

La Leggenda di Jizo

Sapete perche` molte volte e` possibile trovare sulle statue di Jizo un Berretto oppure uno straccetto di colore Rosso legato al Collo? Oggi vi racconto la storia...


C'era una volta, un vecchio che viveva con sua moglie in un posto lontano tra le montagne. Si guadagnavano da vivere tessendo paglia per fabbricare sandali, che il vecchio portava nei villaggi locali per venderli.

Un freddo giorno di Capodanno, il vecchio raccolse tutte le borse e i sandali che avevano fatto durante tutto il mese, li caricò sulla schiena e partì per il villaggio vicino, dicendo alla moglie: "lì venderò tutti!" Sono sicuro di poter comprare abbastanza riso per noi da preparare la torta di riso per Capodanno. "

Cominciò a nevicare, ma la moglie non poté impedire al marito di andarsene, così lo vide andarsene e pregò che la neve non peggiorasse e che sarebbe tornato a casa sano e salvo.

Sulla strada, il vecchio passò davanti a cinque statue Jizo che stavano in silenzio sul ciglio della strada. Alzò gli occhi su di loro e, inchinandosi, disse "Scusami se devo passare davanti a voi. Dovete avere freddo con questa forte nevicata. Così Spazzò via il mucchio di neve che copriva le loro teste.


"Scusami se devo passare davanti a voi. Dovete avere freddo con questa forte nevicata". Così Spazzò via il mucchio di neve che copriva le loro teste.

Arrivato al villaggio, il vecchio non riuscì a scrollarsi di dosso l'immagine dei cinque Jizo dalla sua mente. "Oh, devono tremare. Fuori fa così freddo, quei poveri amici. "Così ha venduto tutte le borse e i sandali e si è reso conto che i soldi guadagnati erano sufficienti per comprare cinque cappelli di bambù per i Jizo.

Con i cappelli in mano, si affrettò a tornare a casa felicemente e, arrivando al Jizo, fu sorpreso di scoprire che ce n'erano sei! Non riusciva a credere ai suoi occhi, ma eccoli lì ... sei di loro. Spazzò via la neve e gli mise il cappello in testa uno a uno. Quando arrivò al sesto Jizo, esitò per un momento, poi tolse il pezzo di stoffa che indossava come berretto e coprì la testa del sesto Jizo, legandolo sotto il mento della statua.

Arrivato a casa, sua moglie venne ad incontrarlo sulla porta, sorridendo felice: "Cominciamo a preparare le torte di riso ...! È capodanno! "

"Ma mia cara moglie" disse il vecchio, "Mi dispiace così tanto! Non ho comprato il riso. "

La moglie era arrabbiata. "Ma come possiamo passare l'anno nuovo senza le torte di riso?"

Il vecchio le raccontò l'intera storia. "Mi dispiace tanto," disse a sua moglie, "ma noi abbiamo la nostra casa per tenerci caldi e comodi in questo tempo. Quei Jizo non hanno nulla per proteggersi dalla neve ".

Sua moglie ascoltò silenziosamente tutto ciò che disse: "Bene, se è questo il motivo, sono orgoglioso di te; e sicuramente non moriremo senza le torte di riso il giorno di Capodanno. Un porridge basterebbe. Possiamo fingere che ci sia del riso nell'impasto e batterlo. "

Così, dopo aver mangiato, andarono a letto.

Da qualche parte verso mezzanotte, furono svegliati da uno strano suono trascinante sulla neve, e voci che potevano essere udite debolmente. Il vecchio si svegliò e disse a sua moglie: "Non senti qualcosa?"

Sua moglie aprì gli occhi "È mezzanotte ... che cosa potrebbe essere se non il vento e la neve che cade?" Ascoltarono i suoni della notte. Hanno sentito cantare:

"Lassù, lassù c'è la casa dell'uomo

Lassù, lassù c'è l'uomo che ci ha dato i cappelli

Lassù, lassù c'è l'uomo che ci ha dato il suo tesoro"

Il canto andava avanti e avanti, seguito dal suono della neve che si infranse. il vecchio e sua moglie si affrettarono verso la loro porta d'ingresso e rimasero scioccati da ciò che videro: Cinque Jizo che indossavano cappelli di bambù, il sesto che indossava la sciarpa del vecchio, camminarono in due file di tre, portando una grande borsa di paglia tra loro . Andarono direttamente a casa e posarono con attenzione la pesante borsa sul portico. Quindi, tornarono al loro posto vicino alla strada dove si trovavano per proteggere i viaggiatori che passavano. Solo allora hanno interrotto il loro canto cantilenante.

Quando tutto tornò tranquillo, l'uomo e sua moglie uscirono. Portarono la borsa di paglia in casa. Con loro stupore, era pieno di riso, abbastanza per il resto della loro vita....



131 visualizzazioni
Chi Sono

Konnichiwa a Tutti!

Mi Chiamo Luca, ho 33 anni e vivo a Tokyo dal 2016.

 

Read More

 

Contattami !!!

© 2023 by Going Places. Proudly created with Wix.com